Home ghost tour Ghost tour di Triora: il paese delle streghe

Ghost tour di Triora: il paese delle streghe

156
0
CONDIVIDI

Ghost tour di Triora: il paese delle streghe

Le streghe di Triora sono la caratteristica più importante del paesino, collocato in provincia di Imperia, in Liguria, che conta solo 355 abitanti. Fa parte dei borghi più belli di tutta l’Italia e nel 2007 è stato insignito della Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano.

Secondo le ricostruzioni storiche Triora ha tratto origine dalla tribù dei Liguri Montani, sottomessi ai romani dopo lunghe lotte. Intorno al XII secolo divenne possesso del conte di Badalucco.

Il 4 marzo 1261, rogato poi l’8 novembre del 1267, segnò il passaggio del borgo come feudo della repubblica genovese. Con la caduta della Repubblica di Genova nel 1797 Triora divenne capoluogo cantonale della Giurisdizione degli Ulivi.

Il congresso di Vienna del 1814 stabilì il ritorno di Triora nei territori del Regno di Sardegna. L’avvento della Seconda Guerra Mondiale contribuì al decadimento del comune, dove interi quartieri furono dati alle fiamme.

Il paese delle streghe e i suoi processi 

streghe di Triora

Dal XV al XVI secolo, Triora visse un periodo di pace edito alla costruzione di chiese e opere d’arte.

Il paese delle streghe riporta come data dei processi più significativi della storia il 1587 fino al 1589.

Diverse donne del posto vennero accusate di stregoneria ed atti occulti quali, cannibalismo verso bambini in fasce, morte del bestiame, pestilenze e piogge acide. I documenti scottanti dei processi sono ancora conservati all’interno dell’Archivio di Stato di Genova. Le condanne emesse causarono non soltanto la morte delle donne accusate, ma anche il decesso di un ragazzo.

Uno dei luoghi di interesse da visitare giunti nel borgo è il Museo regionale etnografico della stregoneria. L’edificio si erge su diversi piani e racconta la storia del paese delle streghe attraverso gli oggetti rinvenuti. L’ultimo piano presenta le sale delle prigioni, stregoneria e gli atti del processo.

Nel 1857 a Triora

ghost tour Triora

Il paese delle streghe in quell’anno subì una terribile carestia a causa del mal tempo che convinse gli abitanti ad affibbiare la colpa alle streghe stesse.

A verificare i sospetti furono chiamati il prete Girolamo del Pozzo e l’Inquisitore di Genova e Albenga. Ben 20 donne vennero immediatamente accusate di stregoneria.

In preda al panico e alle torture il numero delle condannate salì rapidamente a 30 per poi aumentare di portata. Alcune di loro discendevano da famiglie importanti del luogo, mentre durante il processo alcune decisero spontaneamente di suicidarsi in seguito alle torture subite.

Quel che è certo è che almeno 4 donne furono bruciate e giustiziate sul rogo, sul Monte delle Forche, simbolo del paese delle streghe.

Cabotina invece fu descritta come il luogo di ritrovo delle stesse, dove avrebbero stretto i loro patti con il demonio. Ogni anno, a Triora, nel periodo di Halloween il borgo rivive il periodo del processo attraverso manifestazioni ed eventi.

Gli spiriti delle streghe giustiziate aleggiano ancora nell’aria? Il ghost tour di Triora volge al termine.