Home ghost tour Isola d’Elba ghost tour alla scoperta dei suoi misteri

Isola d’Elba ghost tour alla scoperta dei suoi misteri

65
0
CONDIVIDI

Isola d’Elba ghost tour

L’Isola d’Elba si trova tra il mar Ligure a nord, il canale di Piombino a est, il mar Tirreno a sud e il canale di Corsica a ovest. Terza isola più grande d’Italia e dell’arcipelago Toscano.

Nell’isola d’Elba il settore del litorale occidentale è chiamato “Costa del Sole“, famoso per le sue spiagge. Il famoso panorama dell’isola è chiamato “I Tre Laghi” dal 1941.

Il versante orientale è stato ribattezzato come “Costa che brilla“, caratterizzato dalla presenza delle ex miniere di ferro. Proprio da esse derivano le caratteristiche brillantezze e di colori in tutto l’ambiente circostante.

La storia dell’Isola d’Elba si divide in racconti documentati dalla storia e miti, leggende sussurrate sulla scia del vento.

La leggenda dell’innamorata

Lorenzo e Maria, due giovani abitanti dell’Isola d’Elba, videro contrastato il loro profondo sentimento d’amore dalle rispettive famiglie. Sulla “spiaggia dell’innamorata“, loro nido d’amore, un giorno, alcuni pirati rapirono Lorenzo.

All’allontanarsi della nave pirata con a bordo il suo amore, Maria si gettò in mare nel tentativo di salvarlo. Il suo corpo sparì fra le acque e i rifiuti, lasciando dietro di sé dolore e uno scialle bianco.

E’ forse possibile riuscire a vederlo durante le notti di sereno e stelle? …

Il tesoro di Porto Azzurro

La nave Polluce, che costudiva gli oggetti più preziosi di Ferdinando IV re di Napoli, affondò nelle acque della rada di Porto Azzurro. Numerosi furono i tentativi di recuperare il bottino e i naufraghi.

La leggenda vuole che il tesoro si trovi ancora in quegli abissi, aspettando di essere riportato in superficie.

La seduta della Madonna

Il santuario della Madonna del Monte dell’Isola d’Elba rappresenta uno degli eremi di maggior bellezza dell’intero territorio. In prossimità dei suoi pressi  si trovano la grotta della Madonnina e un piccolo avvallamento circolare chiamato seduta della Madonna.

La leggenda racconta che la Madonna si sarebbe seduta proprio su quella roccia per riposarsi dalle fatiche. La forza del santuario sembra godere per questo di protezione benevola.

Gli Argonauti

Sulla spiaggia delle Ghiaie si trovano, visibili, delle misteriose macchie scure. Secondo tradizione, le macchie stesse, rappresenterebbero il sudore degli argonauti. Dopo aver recuperato il vello, gli Argonauti intrapresero il viaggio di ritorno lungo le rotte del Mar Tirreno. In una delle soste compiute si fermarono su  una piccola isola che all’epoca era conosciuta con il nome di Aethalia. Il posto apparve loro sicuro e protetto per attraccare.

In quello sprazzo si celava l’attuale Isola d’Elba e si si pensa che quell’approdo perfetto fosse la spiaggia delle Ghiaie.

Il Castello del Volterrario

Il Monte Volterraio è situato a metà strada fra Rio Marina e Portoferraio. Dagli abitanti dell’Isola d’Elba è conosciuto non per le rovine del suo antico castello. Per arrivare al castello si devono percorrere 40 minuti di strada impervia, con tratti di percorso più semplici.

Secondo la leggenda  venne costruito per soddisfare le richieste di Ilva, la leggendaria regina etrusca. Dai documenti del 1500 emerge la sua natura di postazione di controllo e di difesa. Le sue rovine sono circondate da storie di fantasmi e misteri, tanto da rendere titubanti gli abitanti dell’Isola nell’avvicinarsi al Volterraio.

I fantasmi del Volterraio sarebbero gli spiriti dei Cristiani che furono torturati dai pirati saraceni nei loro tentativi di espugnare il castello.

Dall’interno di una piccola apertura, arrampicandovi per pochi metri, potrete giungere alle rovine, nella dimora perfetta per uno o più fantasmi.

Il ghost tour dell’Isola d’Elba si ferma proprio oltre l’apertura dei fantasmi.