Home incidenti attacchi animali Giovane indiano ucciso da una tigre allo zoo

Giovane indiano ucciso da una tigre allo zoo

1280
0
CONDIVIDI

Maqsood Khan nel settembre del 2014 è caduto nel recinto delle tigri nello zoo di Dheli, in India. In pochi minuti la tigre lo ha attaccato e ucciso.

L’incidente

Maqsood è un 22enne indiano che da poco ha perso il lavoro. Dopo una visita allo zoo comincia a sviluppare una mania per le tigri, che cerca di andare a visitare ogni volta che può.

Dopo avere perso il lavoro ha molto più tempo libero e usa ogni soldo che ha per andare a vedere le sue adorate tigri.

Un giorno però qualcosa va storto. Maqsood si trova come sempre allo zoo a osservare le tigri, ma questo non gli basta più. Vuole forse osservarle più da vicino e scavalca la prima recinzione, alta poco meno di due metri, e poi si arrampica sulla recinzione più alta.

Purtroppo però scivola e cade nel recinto delle tigri.

Subito un esemplare maschio gli si avvicina. Maqsood è scosso sia per la recente caduta sia per il fatto di ritrovarsi davanti il maestoso e letale animale.

Il giovane rimane a terra, impaurito e la tigre rimane a fissarlo. L’animale è nato e cresciuto nello zoo e non attacca subito Maqsood.

Lo tocca appena con una zampa, sembra quasi che voglia giocare, ma poi i clienti dello zoo cominciano a tirargli delle pietre.

Pensano così di spaventare e allontanare l’animale da Maqsood ma ottengono il risultato contrario:

la tigre si innervosisce e attacca il giovane, mordendolo al collo e portandolo in un angolo del suo habitat.

I medici, dopo avere recuperato il corpo, notano che la tigre ha ucciso Maqsood con un unico morso al collo.

Le responsabilità dello zoo

Dopo l’incidente sono state mosse molte critiche ai gestori dello zoo. Tuttavia le recinzioni erano in regola ed è stato lo stesso Maqsood a scavalcarle deliberatamente.

Non si sa se i presenti abbiano subito allertato i responsabili o se si siano messi solo a filmare l’accaduto. Dalla caduta di Maqsood alla sua morte sono però passati solo 10 minuti.

Perchè Maqsood è andato nel recinto delle tigri?

I parenti raccontano che da qualche tempo Maqsood era ossessionato dalle tigri. Dopo avere perso il lavoro, avendo più tempo libero, passava giornate intere allo zoo, ammirando questi animali.

Sulla mano aveva persino il tatuaggio di una tigre.

Il padre dice che Maqsood soffriva di problemi mentali da quando aveva 11 anni, tuttavia non sono stati trovati referti medici a supporto di questa affermazione.

Maqsood ha lasciato una moglie incinta di sette mesi e i genitori. Per la moglie Fatima è stata particolarmente dura, non solo per avere perso il marito mentre è incinta di sette mesi e in un modo così crudo.

E’ stato difficile soprattutto per i filmati che sono stati trasmessi dalle televisioni locali, che mostravano le immagini del terribile attacco che ha portato alla morte del suo amato marito.