Home leggende I battiti della morte, presagi o leggenda locale dell’Isola di Samoa?

I battiti della morte, presagi o leggenda locale dell’Isola di Samoa?

55
0
CONDIVIDI

I battiti della morte

Lo strano fenomeno dei battiti della morte è una credenza degli indigeni dell’isola di Samoa. Essi credono che si possano udire dei colpi lievi durante gli ultimi attimi di vita della persona morente.

Questi colpi, ribattezzati come battiti della morte, sembrerebbero provenire dall’abitazione della vittima stessa. Si tratta soltanto di una leggenda locale di Samoa? Sembra proprio che sotto questa credenza ci sia altro.

Testimonianze 

Nel 1924, Genevieve Miller, all’epoca soltanto una bambina, affermò d’aver udito i battiti della morte a Woronco, in Massachusetts. La sorella era stata colpita da una grave malattia proprio quando i rumori della leggenda di Samoa si manifestarono al suo udito per la prima volta.

I rumori si ripercuotevano per l’intera casa, con alternanze di tre colpi simili alle nocche delle mani contro una superficie di legno. Due colpi risultavano più lievi, mentre uno soltanto più prolungato.

Anche il padre della ragazza udì tali rumori ripetersi ogni notte, tanto da arrivare a strappare le persiane da tutte le vetrate convinto così di risolvere il problema. Nonostante il suo gesto i battiti della morte continuarono a ripresentarsi.

Verso i primi di ottobre anche il medico convenne sul grave stato di Stephanie, la sorella di Genevieve. La sua diagnosi fu una sentenza di morte. Lui stesso ammise d’aver udito i battiti della morte in quella casa poco prima della morte effettiva della giovane.

In seguito al lutto i battiti diminuirono la loro intensità, ma senza cessare mai del tutto.

Battiti della morte al termine 

battiti della morte

Nel 1928 l’intera famiglia Miller si trasferì, convinta di relegare i battiti maledetti nella vecchia casa.

Un giorno il figlio maschio si diresse verso la superficie di un lago ghiacciato che si spezzò a suo passaggio. Il ragazzo annegò sotto la morsa dell’acqua gelata. Da quel giorno la maledizione dei battiti per la famiglia Miller cessò.

Avevano forse terminato di annunciare morte imminente? Non lo sapremo mai.