Home leggende leggende metropolitane Charlie senza faccia

Charlie senza faccia

1153
0
CONDIVIDI

Charlie senza faccia (in inglese Charlie no face) è una leggenda metropolitana presente soprattutto in Pennsylvania, Stati Uniti.

La leggenda di Charlie senza faccia

La leggenda di Charlie no face, chiamato anche Green Man (Uomo Verde), racconta di un uomo senza volto che si può vedere se si percorre una certa strada in Pennsylvania.

Secondo alcuni sarebbe un operaio rimasto fulminato da un cavo, secondo altri una persona colpita da un fulmine, sopravvissuta e ora rintanata in una casupola nel bosco. Alcune varianti lo descrivono invece come un uomo dalla pelle verde.

Il racconto di Charlie senza faccia è stato tramandato oralmente e molti sono rimasti stupiti nello scoprire che in realtà Charlie era esistito davvero.

La storia

Il vero nome di Charlie senza faccia è Raymond Robinson, nato nel 1910. A soli otto anni rimase vittima di un incidente a causa del quale rimase sfigurato per tutta la vita.

Si trovava in compagnia di alcuni amichetti e insieme decisero di andare a giocare vicino al Morado Bridge, un ponte sul quale passava una linea di tram. Su uno dei tralicci del ponte videro un nido e cominciarono a sfidarsi, chiedendosi chi avrebbe avuto il coraggio di arrampicarsi per contare gli uccellini presenti nel nido.

Ray accettò la sfida e si arrampicò toccando però un cavo elettrico che lo fulminò all’istante, proprio nel punto in cui, meno di un anno prima, un altro bambino era morto per lo stesso incidente.

La scossa fu talmente forte che tutto il suo corpo prese fuoco e i medici avevano poche speranze per il piccolo.

Il braccio con cui aveva toccato il cavo dovette essere amputato e la sua faccia rimase sfigurata per sempre: perse entrambi gli occhi, il naso, e un orecchio.

Ormai cieco e sfigurato decise di passare tutto il tempo in casa per paura di spaventare i passanti. Si rese utile fabbricando cinture e portafogli e se voleva fare una passeggiata, la faceva di notte.

La leggenda

Questa divenne ben presto un’abitudine e Ray cominciò a recarsi spesso nel bosco vicino casa, che costeggiava una strada, per le sue passeggiate notturne.

Molte persone percorrevano la strada di notte proprio per riuscire a vederlo e, benché cercasse di non farsi vedere molto, a volte chiacchierava con i passanti e a volte si lasciava persino fotografare in cambio di birre o sigarette.

E’ proprio qui che nasce la sua leggenda, da persone ignare della sua storia che, vedendolo sulla strada, diedero vita al personaggio di Charlie senza faccia.

L’appellativo “Uomo Verde” invece è dato dal colore verdastro della pelle di Ray causato da alcune infezioni.
Ray morì nel 1985 in una casa di riposo.