Home leggende leggende metropolitane El Cucuy, la leggenda dell’uomo nero ispanico

El Cucuy, la leggenda dell’uomo nero ispanico

69
0
CONDIVIDI

El Cucuy ha molti nomi: Cuco, Coca, El Chamuco, ne sono solo una piccola rappresentanza, ma tutti indicano il medesimo essere terrificante da cui i bambini devono guardarsi.

La versione ispanica dell’uomo nero

cucuySe è vero che El Cucuy rappresenta a grandi linee il nostro uomo nero, bisogna anche riconoscere che ci sono delle varianti nella leggenda che la rendono particolarmente affascinante. Il nome “El Cucuy” infatti non è usato solo per indicare il mostro tutto nero così presente nell’immaginario collettivo, può indicare un essere di sesso maschile o femminile e persino il diavolo.

Nella tradizione brasiliana viene chiamata Cuca e raffigurata come un ibrido di donna e alligatore.

Il nome El Cucuy invece, pare che derivi dal verso emesso dal mostro: un rumore spaventoso che mette in guardia i bambini e li avvisa dell’imminente pericolo. Da cosa devono guardarsi esattamente? Qui arriva la parte più interessante della leggenda: il Cucuy non ha una sola forma. Il mostro può prendere le sembianze di diversi animali in modo da avvicinare i bambini senza intimorirli.

Molti sostengono che abbia occhi rossi e luminosi e le dimensioni di un folletto, ma altre leggende lo descrivono come una piccola creatura pelosa. Tutte le versioni sono concordi con l’affermare che il mostro sia l’opposto di un angelo custode.

Da cosa nasce la leggenda del cucuy

In Messico abbondano i trafficanti di bambini, che dopo averli rapiti li vendono come manodopera. Anche una semplice passeggiata in questa realtà può trasformarsi in un grosso rischio. Ammonizioni come “non allontanarti da casa” e “non parlare con gli sconosciuti” dovevano essere ascoltate, per questo possiamo dire che la nascita del Cucuy la si deve a genitori che, preoccupati per i loro bambini, hanno creato un mostro che paradossalmente li tenesse al sicuro vicino casa per sconfiggerne uno molto più spaventoso: gli esseri umani.