Home leggende leggende metropolitane Toire no Hanako

Toire no Hanako

1063
0
CONDIVIDI

Toire no Hanako (“Hanako della toilette”) è una leggenda metropolitana giapponese, presente in ogni prefettura giapponese. Questa leggenda riguarda lo spirito di una bambina, Hanako, che infesterebbe i bagni delle scuole elementari.

La storia di Toire no Hanako

Questa leggenda metropolitana divenne virale negli anni ’90 ma si pensa che possa risalire agli anni ’50. Ne esistono varie versioni a seconda della zona ma la più diffusa è la seguente:

Toire no Hanako sarebbe lo spirito di una bambina, col caschetto e una gonnellina rossa, che sarebbe stata uccisa dai genitori, oppure durante un bombardamento della Seconda Guerra Mondiale, o si sarebbe suicidata nel bagno della scuola.

In ogni caso sembra risiedere nella terza cabina del bagno delle ragazze situato al terzo piano. Sembrerebbe uno spirito quasi benigno e alcuni dicono che protegga la scuola dai fantasmi maligni.

Se si vuole comunque evitarla basta stare alla larga dalla terza cabina del bagno del terzo piano oppure, una volta incontrata, basta mostrarle i buoni voti presi a scuola per farla scomparire.

Secondo un’altra versione se si bussa tre volte alla cabina e si chiede “Hanako, ci sei?” si sente una voce rispondere “si, sono qui”, poi la porta si apre e Hanako ti trascina nella toilett con lei, dritta all’inferno.

Un’altra versione ancora narra che Hanako appaia quando si finisce la carta igienica, domandandoti “vuoi la carta igienica rossa o quella blu?”.

Se si sceglie la prima si va incontro ad una morte violenta, se si sceglie la seconda si andrà incontro ad una morte per strangolamento o dissanguamento. 

Alcuni studenti ne sono stati così spaventati da presentare problemi alla vescica perchè si sono rifiutati di andare in bagno durante l’orario scolastico.

L’origine

tumblr_inline_npktpimj3c1qje98f_500

Quella di Toire no Hanako non è l’unica leggenda giapponese ambientata in un bagno. Questo nasce dalla credenza che gli spiriti, se presenti in una casa, si rintanino nella stanza più piccola.

Inoltre in Giappone, sempre per motivi legati a superstizione, i bagni sono sempre situati nella parte più buia di una casa.

Questo può essere dovuto all’antica superstizione che i pozzi fossero abitati da spiriti e con l’avvento della modernità il pozzo è stato sostituito dalla toilette.

Un’altra leggenda riguardanti le toilette è quella di Aka Manto (“Mantello Rosso”) che sarebbe uno spirito che infesta le toilette pubbliche.

Un’altra narra che lo sprito che infesta la toilette della scuola è quello di un ragazzo di nome Yousuke e che, una volta invocato, faccia comparire una mano insanguinata che esce dalla tazza.

Un’altra ancora narra dello spirito di una ragazza senza arti inferiori che infesta i bagni cercando le sue gambe.

Su Hanako-san sono stati girati in Giappone diversi film, tre negli anni novanta e uno nel 2013.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’esperimento russo del sonno
Prossimo articoloCharlie senza faccia
Lilith
Amante dell'horror, del mistero e del macabro sin da bambina, ha deciso di creare questo sito per tutti gli appassionati di horror e macabro. Crea per i suoi lettori articoli unici che rende disponibili in questo sito e nel relativo canale youtube, per veri appassionati del genere.