Home misteri Lettera del diavolo decifrata grazie al deep web

Lettera del diavolo decifrata grazie al deep web

1767
0
CONDIVIDI
lettera del diavolo

Quello della lettera del diavolo è un mistero che affascinava studiosi di tutto il mondo sin dal 1600. Grazie però agli sforzi di alcuni fisici ed informatici del Ludum Science Center di Catania, la lettera sembra essere stata decifrata e il mistero risolto.

La lettera del diavolo

Il mistero di questa inquietante lettera risale al 1676, quando la suora di clausura Maria Crocifissa della Concezione si risveglia improvvisamente con “mezza faccia sinistra imbrattata di nero inchiostro” e con una lettera davanti a sé.

La missiva è scritta in caratteri strani e indecifrabili e a detta della suora è stato il diavolo in persona a consegnargliela, comandandole di firmarla e di darla a Dio. Alcune versioni narrano invece che sia stata la stessa suora a scrivere la lettera, mentre era posseduta da satana.

La suora, dopo una lotta con vari demoni, riesce a resistere all’ordine del diavolo e non firma la lettera, apponendo solo un “ohimè”.

Né le monache accorse nella stanza di suor Maria Crocifissa né la badessa del convento riescono a decifrare quegli strani caratteri. Le suore del convento mantengono assoluto riserbo sulla vicenda fino a pochi giorni prima della morte della loro consorella.

Da quel momento in poi, in molti si cimenteranno invano nella soluzione di quell’intricato mistero. La lettera del diavolo non verrà mai decifrata fino a pochi giorni fa.

Alcuni scienziati del Ludum Science Center di Catania hanno usato un software di decrittazione trovato sul deep web per decifrare la lettera del diavolo, riuscendo nell’intento.

Partendo dal presupposto che l’ipotesi del diavolo che scrive una lettera a Dio non sia verosimile, gli scienziati hanno caricato nel software di decrittazione quegli alfabeti che potevano essere conosciuti dalla suora: greco, arabo e runico ne sono alcuni esempi.

Incredibilmente lo stratagemma funziona e la lettera viene decifrata.

Cosa dice la lettera del diavolo?

Il programma è riuscito a decifrare la lettera isolando prima i caratteri che si ripetono per poi compararli con quelli degli alfabeti inseriti dai programmatori.

In questo modo sono state isolate frasi come

Forse ormai certo Stige

(lo Stige è uno dei 5 fiumi presenti all’inferno secondo la mitologia), ma anche

Un Dio che sento liberare i mortali

Secondo la Chiesa, il diavolo stava chiedendo a Dio, con quella lettera, di lasciare gli uomini liberi di peccare e di lasciarli al loro destino.

Secondo gli scienziati, invece, la suora avrebbe invece sofferto di schizofrenia o di qualche altra turba mentale. Probabilmente la vita monastica di clausura l’aveva resa pazza, oppure avrebbe semplicemente accentuato dei problemi psichici già in essere.

L’alfabeto con cui è stata scritta la lettera, dunque, non sarebbe altro che un alfabeto inventato dalla suora stessa, unendo simboli dei diversi alfabeti a lei conosciuti.

Quel che è certo è che finalmente la lettera del diavolo è stata decifrata.

Dove trovare la lettera

L’originale si trova custodito nel monastero di Palma di Montechiaro in provincia di Agrigento, nella cella appartenuta a suor Maria Crocifissa.