Home misteri luoghi misteriosi La casa del violino nell’entroterra spezzino

La casa del violino nell’entroterra spezzino

258
0
CONDIVIDI

Vi siete mai affacciati nell’entroterra ligure, in direzione della casa del violino? Si dice che qui risuonino delle note musicali durante le ore più lugubri della notte.

La struttura in questione si trova a Scogna Sottana, in provincia di La Spezia, odiernamente sede di una proprietà privata e impossibilitata alle visite degli amanti del mistero o dei semplici curiosi.

La casa del violino

Si narra che, molti anni or sono, in tale abitazione vivesse un ragazzo musicista. Il giovane dedicava la maggior parte del suo tempo all’esercitazione e al perfezionamento del suo violino.

Gli stessi abitanti del luogo, abituati alla compagnia di soave musica, decisero di muoversi verso l’abitazione del musicista in seguito a diversi giorni di silenzio inconsueto. Una volta sul posto, bussando inutilmente alla porta, decisero di entrare trovando il ragazzo riverso a terra, deceduto in seguito a complicanze dovute a una grave malattia.

Rinvennero il suo violino, riposto nella custodia, all’interno di una bacheca dove si preoccuparono di lasciarlo intatto.

La casa rimase vuota e disabitata per diversi anni. Tuttavia puntualmente, al calar della sera, le note del violino sembravano assumere vita propria, aleggiando nei dintorni con l’inquietudine di un fantasma senza pace.

la casa del violino

Molti curiosi spavaldi si imbarcarono nell’impresa di accaparrarsi quello strumento “infestato e maledetto” arrivando a soggiornare per giorni all’interno della casa del violino. Nei loro racconti affermano d’aver udito, assieme alla musica, le urla strazianti del giovane fantasma rimasto legato a quelle mura.

Unanime, riportarono una descrizione sovrannaturale secondo la quale il violino stesso era in grado di fuoriuscire dalla custodia, lasciando la bacheca dove era rinchiuso, per suonare in autonomia.

Ma tutt’oggi, per udire le grida e le gesta del fantomatico strumento occorre inoltrarsi per le vie della campagna alla ricerca dell’esatta collocazione della casa. La stessa località Scogna Sottana, non viene riportata sulle mappe lasciando supporre che si tratti di un’antica denominazione della località Scogna Inferiore frazione di Sesta Godano.

E’ voi che cosa pensate in merito?

E’ più allettante l’idea di poter scovare la casa del violino infestata dallo spirito del suo musicista, affrontando la sua ira, o lasciare tale storia avvolta dal mistero e dal quieto dormire?