Home serial killer serial killer donne Linda Burfield Hazzard

Linda Burfield Hazzard

1002
0
CONDIVIDI

Linda Burfield Hazzard è stata una ciarlatana nata nel 1867. Esercitava la professione di medico anche se non aveva una laurea in medicina, ma era solo un’infermiera osteopata.

Divenne famosa per le sue teorie che promuovevano il digiuno come cura per molti mali, incluso il cancro.

All’età di 18 anni si sposò ed ebbe due figli, poi abbandonò la famiglia e ottenne il divorzio per poter seguire la sua carriera.

Carriera

Fondò una clinica in cui l’unica terapia era il digiuno e dove ai pazienti, come nutrimento, dava solo succo di pomodoro e di asparagi e occasionalmente un cucchiaio di succo d’arancia.

La gente moriva letteralmente di fame ma Linda era talmente abile che li convinceva non solo del fatto che sarebbero guariti, ma anche che sarebbero tornati sani come una volta.

Quindi nonostante stessero morendo, rimanevano lì di propria volontà. Una volta morti poi li derubava di gioielli e denaro.

I pochi che sopravvivevano appena usciti dalla clinica decantavano le sue lodi di dottore e così altra gente chiedeva di essere ammessa alla clinica.

Per quelli che non ce la facevano, invece, veniva dichiarato che fossero malati già da prima di malattie incurabili in stato avanzato e terminale.

Arresto

Nel 1912 venne arrestata per l’omicidio preterintenzionale di Claire Williamson, una ricca donna di 33 anni che alla morte pesava appena 22 kg.

Al processo venne provato non solo che Linda le rubò i gioielli, ma anche che avesse falsificato il suo testamento per esserne beneficiaria.

La sorella della vittima, Dora, testimoniò al processo in quanto anche lei si era sottoposta al trattamento della Hazzard. Si era però salvata perchè un amico che era andato a visitarla si era reso conto della gravità della situazione e l’aveva aiutata ad andarsene: da sola non aveva le forze nemmeno per alzarsi dal letto.

Avvisarono la famiglia affinché salvassero anche Claire ma arrivarono troppo tardi, la donna era già morta.

Rimase in carcere solo due anni e nel 1920 riaprì la sua clinica, anche se le venne revocata la licenza, che però fu rasa al suolo da un incendio nel 1935 e non venne mai più riaperta.

Morte

Linda morì nel 1938 mentre provava la sua cura del digiuno su se stessa.

Nonostante le molte morti che avvenivano nella sua clinica divenne famosa, scrivendo anche alcuni libri sul suo metodo curante.