Home serial killer serial killer uomini Bela Kiss – Il mostro di Czinkota

Bela Kiss – Il mostro di Czinkota

622
0
CONDIVIDI

Bela Kiss è stato un serial killer ungherese attivo nei primi anni del ‘900. Le sue vittime erano donne che, dopo essere state strangolate, venivano messe in bidoni sotto alcol.

La storia di questo serial killer è stata raccontata molte volte e in ogni storia è possibile riscontrare particolari diversi. Credo che alcuni siano stati inventati di sana pianta per abbellire la storia, partiamo quindi dai fatti che sono uguali in ogni versione.

Bela Kiss

Bela Kiss lavorava come lattoniere nella città ungherese di Czinkota, ma si interessava anche di occulto e di astrologia. Nel 1912 l’uomo assume una domestica, la signora Jakubec, e comincia a pubblicare annunci sui giornali per trovare una moglie.

Sono molte le donne che rispondono ai suoi annunci e che vanno a visitarlo, ma nessuna rimane per più di qualche settimana. Questo perché Bela, dopo averle sedotte, le strangolava con una garrota e poi nascondeva i cadaveri in grandi bidoni riempiti con alcol.

Quando la gente, e persino la polizia, chiede informazioni sui grandi bidoni presenti nel suo giardino, Bela Kiss afferma che sono pieni di benzina e che ne sta raccogliendo molta in vista dell’imminente guerra. Soddisfatti con questa risposta, del tutto plausibile, nessuno se ne preoccupa più.

La scoperta dei corpi

Barili Bela Kiss

Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, Bela viene chiamato alle armi e va al fronte lasciando la casa nelle mani della signora Jakubec.

Nel 1916 il padrone della casa di Bela Kiss chiama la polizia di Budapest, avvisando che un privato cittadino aveva diversi bidoni di benzina in giardino. Sapendo che l’esercito ne aveva bisogno, il padrone di casa aveva deciso di donarlo ai soldati.

Arrivato a casa dei Bela, pratica dei fori nei bidoni, venendo investito da un tanfo terribile. Chiama allora la polizia locale che scopre che nei bidoni sono conservati cadaveri di donne con segni di strangolamento.

La polizia perquisisce la casa e trova in tutto 24 bidoni contenenti cadaveri. Il killer viene subito ricercato, purtroppo però il nome Bela Kiss era molto comune in Ungheria e le ricerche sono difficili.

La signora Jakubec viene sospettata di essere una complice, ma interrogata nega tutto. Informa però la polizia di una camera nascosta in casa di Bela, in cui lui le aveva proibito di entrare. Perquisendola, la polizia trovò centinaia di lettere che alcune donne in cerca di marito avevano mandato a Bela, rispondendo ai suoi annunci matrimoniali, in cui lui si presentava come “signor Hoffman”. Oltre alle lettere vi erano anche alcuni vestiti e i gioielli delle donne.

Bela selezionava solo donne facoltose che non avevano parenti nella zona.

Le ricerche e la fuga di Bela Kiss

Bela Kiss

Il 4 ottobre 1916 giunge notizia alla polizia che Bela si trova in un ospedale serbo. Quando la polizia arriva, però, l’uomo è già scappato.

Negli anni seguenti le notizie su Bela Kiss sono le più disparate: chi dice che sia morto in Turchia,  che si trovi in carcere in Romania e chi invece sostiene che abbia cambiato la sua identità con quella di un soldato più giovane.

Nel 1920 un soldato della legione straniera francese afferma di avere sentito un soldato di nome Hoffman vantarsi di saper come strangolare una donna con una garrota. La descrizione di “Hoffman” combaciava con quella di Bela Kiss, ma disertò prima che la polizia arrivò a lui.

Nel 1932 il detective Henry Oswald affermò di averlo visto uscire dalla metropolitana di New York, ma di averlo perso tra la folla.

Da quel momento, di Bela Kiss non si saprà più nulla.

Dettagli non confermati

Alcune versioni della storia riportano che Bela Kiss fosse sposato con una donna molto più giovane di lui e che questa lo tradisse. Infuriato uccise lei e il suo amante, dicendo in giro che i due erano scappati insieme, e in seguitò continuò a uccidere le donne per vendetta.

Sicuramente molti dettagli si sono persi nella storia e molti sono stati inventati. Quel che è certo è che Bela Kiss è stato un serial killer che strangolava le donne e le conservava sotto alcol.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAustin Harrouff – l’adolsecente cannibale
Prossimo articoloPyroPet – le candele con lo scheletro
Lilith
Amante dell'horror, del mistero e del macabro sin da bambina, ha deciso di creare questo sito per tutti gli appassionati di horror e macabro. Crea per i suoi lettori articoli unici che rende disponibili in questo sito e nel relativo canale youtube, per veri appassionati del genere.