Home paranormale esorcismi Come difendersi dal malocchio secondo le rivelazioni dell’esorcista padre Amorth

Come difendersi dal malocchio secondo le rivelazioni dell’esorcista padre Amorth

1279
0
CONDIVIDI

Padre esorcista Amorth

L’ormai defunto padre Gabriele Amorth, scomparso circa un anno fa, è stato un importante scrittore, presbitero ed esorcista della chiesa di Roma. Fu lo stesso Amorth a condannare il celebre romanzo di magia più famoso di tutti i tempi, Harry Potter, e a dare suggerimenti su come difendersi dal malocchio.

Stando alle sue espresse opinioni personali, la magia è sempre e comunque riconducibile alla fonte del male. Essa è diretta verso lo stesso Satana ingannatore e tentatore degli uomini. Allo stesso modo etichettò la festa di Halloween come un inno al massacro demoniaco. Reputò persino alcuni personaggi illustri messaggeri del Diavolo.

L’esorcista Amorth ha da sempre tenuto varie interviste atte a liberare o a proteggere i suoi credenti. Il suo scopo era preservare la fede, ponendo il bene contro il male. Come non ricordare i suoi famosi consigli per riconoscere e sconfiggere il malocchio?

Riconoscere e difendersi dal malocchio secondo l’esorcista Amorth

Secondo l’esorcista Amorth il male può insidiarsi in ogni uomo o donna disposti ad accoglierlo. Il suo scopo principale è sempre lo stesso, in ogni epoca passata o presente. Il male cerca e cercherà sempre di allontanare Cristo dai suoi fedeli.

Attraverso le tentazioni Satana si presenta agli uomini, mentre invece una parte di essi richiama la sua attenzione spontaneamente. Il malocchio, o fattura, si trascina sino ai nostri giorni giungendo da passati remoti.

Tale “maledizione” scagliata verso un’altra persona talvolta avviene inconsapevolmente dal responsabile del maleficio. Nella maggior parte dei casi però, come sostenuto dall’esorcista Amorth, l’azione è voluta e spinta dal demonio.

La persona portatrice di tale pratica non prova mai serenità ed è sufficiente un suo sguardo, unito alla potenza malefica, per scagliare congiure contro il prossimo.

La forza dello sguardo, tuttavia, risulta essere meno potente rispetto alla classica fattura. Essa avviene tramite particolari riti, in presenza di oggetti appartenenti alla vittima.

Secondo l’esorcista Amorth persino le persone dedite a togliere le presunte fatture sono in realtà esseri devoti alla magia occulta.

Lo dimostrebbe il fatto che gli stessi siano in grado di circondarsi di santi fatta eccezione per le immagini di San Michele Arcangelo.

L’Arcangelo che schiaccia Satana sotto i suoi piedi sarebbe la prova dell’impossibilità, da parte di questi presunti liberatori, di sostenere la sconfitta del male.

Difendersi dal malocchio e riconoscerlo

difendersi dal malocchio

Sempre secondo le testimonianze dell’esorcista Amorth, nelle sue forme più aggressive, una maledizione è in grado di aggredire fisicamente la vittima. In tal caso la persona affetta da una presunta fattura può difendersi grazie a semplici accorgimenti.

Indossare delle maglie con raffigurati alcuni santi, recitare specifiche preghiere, possedere amuleti specifici, può rivelarsi una strategia difensiva.

Molto spesso gli amuleti e gli oggetti proposti sul mercato rappresentano in realtà una trappola diabolica. Il famoso “corno” ad esempio sarebbe in realtà un portatore di correnti malefiche secondo il famoso esorcista.

Persino le catenine d’oro possedute, recanti i simboli dell’oroscopo, aprono un portale al male.

Fondere tali oggetti presso un orefice potrebbe essere una delle soluzioni più veloci e pratiche. Stesso discorso sembra avere valenza anche per il ferro di cavallo. Ogni simbolo non dovrebbe mai essere appeso o portato al collo se si intende essere liberati da una corrente demoniaca.

Consigli e regole dell’esorcista Amorth a difesa del malocchio

  1. Se l’attacco viene scagliato per via telefonica, attraverso numeri sconosciuti, atti a lasciar parlare a vuoto la vittima è importante non rispondere. Al suono della chiamata anonima è suggerita invece la recitazione di una preghiera devota all’Arcangelo Gabriele.
  2. In casi gravi la maledizione è in grado di impedire alla bocca di aprirsi per ricevere la comunione. In tal caso è consigliato bere un sorso d’acqua benedetta prima dell’eucarestia.
  3. L’atto della preghiera deve sempre avvenire in ginocchio. Tale modo di porsi significa rispetto e devozione verso il Signore.
  4. Gli abiti femminili dovranno essere sempre decenti, in modo tale da allontanare il Diavolo e le sue tentazioni.
  5. Chi si è cimentato in sedute spiritiche dovrà continuamente chiedere perdono a Dio attraverso le sue preghiere.
  6. La confessione ricorrente e veritiera è necessaria per scacciare il maligno. Satana stesso teme qualsiasi forma di confessione aperta verso il Signore.
  7. Partecipare con frequenza a messe e preghiere allontanerà ogni possibile inganno malefico.
  8. Le uniche mani in grado di aiutare la persona affetta da una maledizione sono quelle consacrate dalla chiesa.

Stando alle dichiarazioni dell’esorcista, quanti di voi posseggono qualcosa che potrebbe aprire un portale verso il maligno?