Home torture L’atroce tortura dello scorticamento

L’atroce tortura dello scorticamento

8125
0
CONDIVIDI

Lo scorticamento, o scuoiamento, è stato un metodo di tortura usato in varie civiltà nel corso della storia e consiste nell’asportare una porzione di pelle da un essere umano ancora in vita (anche se in alcuni casi è effettuato post-mortem) cercando di mantenere intatta la porzione asportata.

Il dermatologo Ernst G. Jung afferma che le principali cause di morte a causa dello scorticamento sono: lo shock, l’ipotermia, il dissanguamento e le infezioni. La morte del soggetto non era immediata, ma poteva richiedere da alcune ore fino ad alcuni giorni.

Scorticamento nella storia

Jung ha scritto anche un saggio sull’argomento “Kleine Kulturgeschichte der Haut” (“Una piccola storia culturale sulla pelle”), in cui descrive la pratica presso gli la civiltà Assira. Nella tradizione assira troviamo riferimento allo scorticamento nelle iscrizioni e negli editti reali.

Da questi abbiamo appreso che lo scorticamento poteva cominciare in vari punti del corpo, come per esempio dalla caviglia, dalla coscia o dal posteriore.

Anche nella storia Cinese lo scorticamento è stato usato da vari imperatori; in particolare, nel 1396, l’imperatore Hongwu ordinò di scorticare 5000 donne.

Nella storia possiamo notare anche altri esempi di scorticamento come metodo d’esecuzione. Nel 1303 il tesoriere dell’abbazia di Westminster venne derubato mentre aveva con sé un’ingente somma di denaro appartenente al re. Vennero indagati alcuni monaci, tre dei quali furono trovati colpevoli e scorticati vivi. La pelle venne poi affissa a tre porte come monito.

Vuoi saperne di più sui metodi di tortura? Dai un’occhiata a questo libro sugli strumenti di tortura nel corso della storia nelle varie civiltà. Un libro da brivido con rare foto, da non perdere!

Scorticamento post-mortem

In alcuni casi lo scorticamento avviene dopo la morte, per spregio verso il cadavere o per motivi religiosi.

Quest’ultimo è il caso degli Aztechi che scorticavano le vittime dei sacrifici umani.

Questa pratica è stata usata anche durante il medioevo, in Europa, sui cadaveri di coloro che erano considerati traditori.
Anche fare lo scalpo è considerato scorticamento, trattamento che veniva inflitto ai cadaveri dei nemici di alcune civiltà.

Se ti è piaciuto questo articolo sono sicura che adorerai questi tre! Dai un’occhiata!


CONDIVIDI
Articolo precedenteAbe Sada – La Geisha assassina
Prossimo articoloIl fantasma d’aprile – la triste storia di Doris Gravlin
Lilith
Amante dell'horror, del mistero e del macabro sin da bambina, ha deciso di creare questo sito per tutti gli appassionati di horror e macabro. Crea per i suoi lettori articoli unici che rende disponibili in questo sito e nel relativo canale youtube, per veri appassionati del genere.