Home cronaca Michelle Martens fa violentare e uccidere la figlia al suo 10° compleanno

Michelle Martens fa violentare e uccidere la figlia al suo 10° compleanno

1278
0

La notizia è di una decina di giorni fa, ed è tremenda. Michelle Martens ha fatto violentare e uccidere sua figlia, Victoria, nel giorno del suo decimo compleanno. Non è stata spinta dai soldi, ma l’ha fatto per provare piacere.

Questa è una di quelle notizie che lasciano allibiti. Pensare a una madre che uccide la propria figlia è già di per sé spaventoso, ma quando la madre in questione aiuta delle persone a violentare, uccidere smembrare e bruciare la figlioletta per il proprio piacere, ci si cominciano a fare un paio di domande sull’animo umano.

Michelle Martens e Fabian Gonzales

fabian gonzales

Michelle Martens ha deciso che voleva vedere soffrire sua figlia. Ha quindi chiamato Fabian Gonzales, suo compagno, e Jessica Kelley, cugina di lui.

I tre, nel giorno del decimo compleanno della piccola Victoria, l’hanno drogata con delle anfetamine. Poi Michelle ha guardato mentre Fabian e Jessica la stupravano, mentre violentavano la sua bambina, senza muovere un dito.

Poi Victoria è stata strangolata, pugnalata, fatta a pezzi e i suoi resti sono stati avvolti in una coperta. Poi la madre ha chiamato la polizia dicendo che qualcuno aveva ucciso la sua bambina. 

Quando la polizia è arrivata sul posto, Michelle ha detto che gli assassini si trovavano al piano superiore. Mentre la polizia andava a controllare, gli allarmi antincendio della casa si sono attivati mentre una coltre di fumo riempiva la casa. Il fumo proveniva da una coperta data alle fiamme, in cui c’erano i resti della povera Victoria.

La polizia ha arrestato i tre adulti, uno dei quali era già stato in prigione per abuso sessuale su minore, e ha sentito la loro confessione.

Quella più scioccante è stata quella di Michelle. La donna ha dichiarato di avere chiesto ai due complici di violentare e uccidere la sua bambina perché voleva vederla soffrire. 

La polizia e la gente del posto, Albuquerque, Stati Uniti, sono shoccati da un evento tanto crudele e inumano, e chiedono una punizione esemplare per questi tre mostri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here