Home strane coincidenze Un ritardo salva 17 vite: miracolo o coincidenza?

Un ritardo salva 17 vite: miracolo o coincidenza?

703
0

Le coincidenze mi hanno sempre affascinata. Alcune hanno davvero dell’incredibile, come il caso del coro della chiesa di Beatrice, in Nebraska, Stati Uniti.

I 13 membri del coro prendono questo incarico molto sul serio e si riuniscono ogni mercoledì per le prove, mai più tardi delle 19.25, senza mai fare un ritardo.

Il primo marzo del 1950 però, incredibilmente ognuno di loro ha un contrattempo e tutti arrivano alle prove in ritardo. Questo ritardo però salverà loro la vita.

Il coro di Beatrice, Nebraska

Il primo marzo 1950, come tutti i mercoledì, è il giorno delle prove del coro della chiesa. Le prove cominciano alle 19.30 e nessuno arriva mai più tardi delle 19.25, anzi, sono quasi tutti sempre in anticipo di una decina di minuti per prepararsi a dovere.

Il reverendo Klempel e la sua famiglia

Il reverendo, alle 16.00 circa, accende la caldaia nel seminterrato della chiesa per far trovare l’ambiente caldo ai coristi e poi torna a casa.

Dopo aver cenato, verso le 19.10, è ora per lui e la sua famiglia di tornare in chiesa per le prove.

La sua figlioletta però si macchia il vestitino e per cambiarlo la famiglia sa che arriverà un po’ in ritardo alle prove.

Ladona Vandegrift

Ladona è una studentessa al secondo anno delle superiori e sta facendo i compiti prima delle prove.

E’ alle prese con un problema di geometria alquanto difficile ed è determinata a risolverlo prima di uscire di casa.

Alla fine ci riesce, ma è in ritardo per le prove del coro.

Royena e Sadie Estes

Royena invece è puntualissima e pronta a recarsi in chiesa con la sorella Sadie.

La loro auto però non ne vuole sapere di mettersi in moto,

così decidono di chiamare Ladona e chiederle un passaggio. Dato che Ladona sarà in ritardo, anche loro lo saranno.

La signora Leonard Schuster

La signora Leonard Schuster, di solito, arriva in chiesa verso le 19.20 con la sua figlioletta Susan.

Tuttavia proprio quel giorno ritarda perchè si è recata dalla madre per aiutarla a preparare un incontro missionario.

Herbert Kipf

Herbert kipf

Anche Herbert è sempre puntuale, e lo sarebbe stato anche quel primo marzo.

Sta però scrivendo una lettera e la vuole assolutamente finire quella sera per metterla nella buca delle lettere mentre va in chiesa. 

Non so spiegare perché 

spiega Herbert, ma indugia terminando la lettera e finisce con l’uscire in ritardo.

Joyce Black

Joyce è il membro del coro che vive più vicino alla chiesa.

Quel giorno però si sente estremamente stanca e pigra. Fuori fa freddo e aspetta fino all’ultimo secondo prima di uscire di casa.

Quando uscirà, si troverà davanti uno spettacolo terribile.

Harvey Ahl

Harvey è sposato, ma sua moglie quel giorno non è a casa e quindi l’uomo deve prendersi cura dei suoi due bambini. Decide di portarli alle prove con lui,

ma si ferma a chiacchierare, perde la nozione del tempo e fa ritardo.

Marilyn Paul e sua madre

Marilyn Paul Mitchell

Marilyn è la pianista del coro, ma quel giorno è particolarmente stanca. Vuole arrivare mezz’ora prima alle prove e decide di fare un sonnellino prima di uscire di casa per arrivare in chiesa ben riposata.

Purtroppo però non riesce a svegliarsi in tempo, nonostante i tentativi della madre di farla alzare, e uscirà di casa in ritardo

insieme alla madre che è la direttrice del coro

Lucille Jones e Dorothy Wood

Lucille e Dorothy sono due studentesse delle scuole superiori. Sono vicine di casa e di solito vanno alle prove insieme.

Lucille sta ascoltando un programma alla radio che finisce alle 19.30 e nonostante di solito non lo ascolti fino alla fine per non fare tardi, quel giorno specifico vuole proprio sentirne la fine.

Dorothy decide di aspettarla e così anche loro faranno tardi.

Bé, ma cosa c’entrano questi ritardi con la loro vita?

L’esplosione

Alle 19.25 del primo marzo 1950, a causa di una fuga di gas, la chiesa esploderà. 

Questo sarebbe potuto risultare in una strage se non fosse che tutti i membri del coro, per un motivo o per un’altro, fossero in ritardo.

Sulla vicenda sono stati scritti alcuni articoli, come quello apparso sulla rivista “Life” ed è stata girata una puntata del programma statunitense “Unsolved Mysteries” (Misteri irrisolti).

Coincidenza o miracolo?