Home misteri misteri irrisolti Il mistero della Mary Celeste

Il mistero della Mary Celeste

936
0

La Mary Celeste è forse la più celebre delle navi fantasma e il suo mistero incuriosisce tutti dal giorno del suo ritrovamento. Completamente priva di equipaggio a bordo e senza segni di lotta, che segreto nasconde?

Costruzione della Mary Celeste

La nave sembra maledetta da subito. Costruita nel 1861 col nome di “Amazon”,

il suo primo capitano morì solo 9 giorni dopo avere assunto il comando. Purtroppo fu solo il primo di 3 capitani che morirono a bordo della nave.

Successivamente si scontrò con una nave da pesca e durante le riparazioni scoppiò un incendio a bordo.

Poco tempo dopo si scontrò con un’altra nave. Nel 1867 si arenò durante una tempesta e dopo il recupero e la riparazione fu venduta e il suo nome cambiò in Mary Celeste.

I fatti

Il 5 Novembre 1872 la Mary Celeste salpò per Genova con un carico di alcol denaturato (etanolo). A bordo c’erano il capitano, sua moglie, sua figlia di appena due anni e 7 marinai.

Il 4 dicembre dello stesso anno fu avvistata al largo delle Azzorre dalla Dei Gratia. L’equipaggio notò subito qualcosa di strano e mandò qualcuno a controllare, scoprendo che non c’erano segni di vita a bordo. L’ultima data scritta sul diario di bordo era quella del 25 novembre.

Non erano presenti segni di lotta o incendio, c’era ancora cibo nei piatti ma gli strumenti del capitano e le scialuppe mancavano.

Tutto questo faceva pensare ad un abbandono volontario della nave.

Ma per quale motivo?

Ipotesi

Mary Celeste

Nello stesso mese si portarono avanti delle indagini durante le quali si formularono diverse ipotesi.

  • La prima è stata quella dell’ammutinamento. I marinai sarebbero arrivati all’alcol e, una volta ubriachi, avrebbero ucciso il capitano e la sua famiglia. Peccato che l’alcol a bordo era etanolo e avrebbe avvelenato chi l’avrebbe bevuto.
  • Un’altra teoria è la cospirazione, l’equipaggio sarebbe stato pagato per uccidere il capitano e la sua famiglia per questioni di denaro o che addirittura fossero stati uccisi dall’equipaggio della Dei Gratia,
  • Altre ancora includono pirati marocchini, attivi a quell’epoca nella zona del ritrovamento.

Purtroppo non ci sono prove sufficienti a supportare nessuna di queste tesi e il mistero rimane aperto.

Quel che sappiamo per certo oggi è che l’equipaggio ha abbandonato volontariamente la nave, da come si evince dalle scialuppe mancanti, ma quale spaventoso evento ha potuto far prendere una così drastica decisione?

Fra le varie teorie ci sono un’improbabile iceberg o un maremoto, ma la più plausibile è che l’equipaggio abbia temuto un incendio a causa dei fumi del carico che trasportava.

Quel che è certo è che la sorte della Mary Celeste resta ancora sconosciuta fino ai giorni nostri.