Home curiosita Attrazione sessuale genetica: due casi recenti di incesto

Attrazione sessuale genetica: due casi recenti di incesto

1296
0
SHARE

L’incesto è da sempre un grande tabù. Non solo è considerato immorale, ma i figli nati dalle relazioni tra consanguinei hanno spesso dei problemi, sia fisici che mentali.

Quando sentiamo parlare di casi di incesto è, purtroppo, quasi sempre in casi di violenza in famiglia. Per questo in molti paesi, Italia inclusa, l’incesto è un reato punito dalla legge con la reclusione.

Ma cosa succede quando l’incesto è voluto (attrazione sessuale genetica)?

Ecco cosa è successo a queste due coppie formate da fratello e sorella, dalle cui relazioni sono anche nati dei figli.

Il caso Stübing

Patrick nasce nel 1977 in Germania, in una famiglia povera. E’ il terzo di otto fratelli, che moriranno però durante l’infanzia.

Patrick viene messo in una casa famiglia all’età di tre anni e viene adottato dalla famiglia Stübing a 7 anni.

Il bambino vive un’infanzia felice con la nuova famiglia, mentre i suoi genitori biologici avranno un’altra figlia nel 1984, prima di divorziare.

Crescendo, come spesso succede alle persone adottate, Patrick vuole saperne di più sulla sua famiglia biologica. Nel 2000 riesce a mettersi in contatto con la madre e va a trovarla.

Lì conoscerà anche sua sorella Susan, di 16 anni. Patrick si affeziona molto alla sorella, ma questo affetto crescerà fino a diventare qualcos’altro.

L’inizio della relazione

Attrazione sessuale genetica

Nel 2001 la madre dei ragazzi muore d’infarto e Patrick è l’unico a potersi prendere cura di Susan, non essendoci altri parenti in vita.

Sei mesi dopo la morte della madre, la relazione fra lui e la sorella diventa incestuosa e Susan, che non ha nemmeno 17 anni, rimane incinta.

Un’infermiera sospetta che il padre sia Patrick e avvisa la polizia. In Germania l’incesto è reato, ma dato che Patrick non ha precedenti non viene condannato.

Susan però rimane di nuovo incinta e Patrick viene condannato a 10 mesi di carcere che diventeranno 2 anni e mezzo quando Susan rimane incinta per la terza volta.

In tutto la coppia avrà 4 figli, di cui solo uno non avrà problemi mentali o fisici.

Anche Susan viene condannata e le viene assegnato un supervisore data la sua minore età e dopo che le è stato diagnosticato un disturbo dipendente di personalità.

Patrick ha fatto appello contro queste sentenze, affermando che violano i diritti dell’uomo. Nel 2012 tuttavia l’appello è stato respinto in quanto è stato deciso che la legge che impedisce l’incesto non viola alcun diritto umano.

Il caso Moya Peña

Attrazione Sessuale Genetica

Un altro caso attuale è quello della coppia Moya Peña, dalla Spagna. Daniel e Rosa si conoscono in un bar, da ragazzi. Subito si innamorano e cominciano una storia.

Più avanti però scoprono di essere fratello e sorella e decidono di lasciarsi. Tuttavia il loro amore è più forte dei tabù e dopo 5 mesi tornano ad essere una coppia.

Avranno anche due figli che però non saranno subito riconosciuti come figli di Daniel, anzi in ospedale cercano persino di convincere Rosa a dare un figlio in adozione.

L’incesto non è più reato in Spagna dal 1978, tuttavia a loro veniva negato di essere considerati come una famiglia.

All’anagrafe infatti risultava che Rosa fosse una madre single e Daniel lo zio dei ragazzi.

Dopo molte sentenze e richieste, però, finalmente nel 2012 Daniel e Rosa sono considerati i genitori dei loro due figli, Ivan e Cristina.

Ai due ragazzi non è mai stato nascosto il grado di parentela dei genitori e non hanno mai avuto problemi nell’accettarlo. Gli unici problemi gli venivano causati dai commenti della gente.

La storia di Daniel e Rosa è diventata un film per la televisione dal titolo “Más que hermanos” (Più che fratelli).

Attrazione sessuale genetica

Attrazione Sessuale Genetica

Perché qualcuno vorrebbe avere relazioni sessuali con un genitore o con un fratello? Per quanto questo pensiero faccia rabbrividire la maggior parte delle persone, il fatto di provare attrazione sessuale per un parente stretto ha una spiegazione.

Si tratta di attrazione sessuale genetica (GSA), un fenomeno di attrazione sessuale che si manifesta fra consanguinei che si incontrano per la prima volta da adulti.

L’incesto fra consanguinei che sono cresciuti insieme, invece, è molto raro a causa dell‘imprinting sessuale invertito, un meccanismo psicologico che impedisce di sentire attrazione sessuale futura per i consanguinei.

Ma cosa succede se due consanguinei non crescono insieme? 

Questa situazione si verifica di solito nei casi di adozione o nei casi di separazione di genitori che crescono poi i figli separatamente e fa sì che non ci sia l’imprinting sessuale invertito.

Perché una volta che si incontrano da adulti si innamorano?

Le persone, di solito, tendono a classificare come più attraente ed affidabile un viso somigliante al proprio. Ed è innegabile che i legami di sangue generino una somiglianza fra parenti.

E’ quindi comune che fra i parenti stretti che si vedono per la prima volta da adulti possa nascere un’attrazione sessuale.

Nei paesi in cui non è reato, perché è comunque considerato un tabù?

Sicuramente per l’imprinting sessuale invertito che ci inibisce dal provare attrazione sessuale per i nostri fratelli o per i nostri genitori. Il solo pensiero ci sembra “contro natura”.

E forse questo imprinting ha davvero una funzione biologica: quella di preservare la specie.

E’ infatti risaputo che il nostro patrimonio genetico ha bisogno di variazione. Procreare con un consanguineo non apporta una variazione genetica, ma anzi, a lungo andare può debilitare il codice genetico.

Infatti più la consanguineità fra i genitori è vicina e più è probabile che i figli nascano con malattie ereditarie recessive. E di questo abbiamo avuto molti esempi nelle famiglie reali della storia, che erano solite celebrare matrimoni tra consanguinei per mantenere il sangue reale.

E’ giusto considerare illegale l’incesto fra adulti consenzienti?

Non è detto che i figli di una coppia con legami stretti di sangue darà alla luce dei figli non sani, basti pensare al caso dei coniugi spagnoli.

Sarebbe quindi sbagliato vietare tale comportamento solo in virtù di questa considerazione. Infatti per i portatori di malattie genetiche non è illegale avere rapporti sessuali, nonostante abbiano molte probabilità di passare la loro malattia ai figli. Come non è illegale per una donna bere o fumare durante la gravidanza nonostante sia molto dannoso per il feto.

Possiamo dunque dire che il tabù dell’incesto è derivato dal bisogno di conservazione della specie. Ma è giusto considerarlo un reato se i due amanti sono maggiorenni e consenzienti?

SE L’ARTICOLO TI E’ PIACIUTO CLICCA QUI PER ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTER, RICEVERAI SUBITO UN REGALO!