Home leggende L’uomo angosciato – un quadro maledetto

L’uomo angosciato – un quadro maledetto

116
0

Quando si parla di quadri maledetti, non si può non citare L’uomo Angosciato, un quadro che, a detta del proprietario, Sean Robinson, darebbe vita a fenomeni paranormali, alcuni dei quali catturati in alcuni video girati dal proprietario stesso.

L’origine de L’uomo angosciato

La storia di questo quadro ha inizio nel Nord dell’Inghilterra quando la nonna dell’attuale proprietario ne entra in possesso, ormai più di 30 anni fa. Le viene regalato da un amico, ma da subito la donna capisce che qualcosa non va.

Inizia ad avere sensazioni strane e a vedere una strana ombra in casa, sente rumori improvvisi e senza apparente spiegazione e, a volte, il pianto di un uomo. Come se non bastasse, scopre che l’autore del quadro si è suicidato subito dopo averlo finito e che per dipingerlo ha mischiato, insieme ai colori, un po’ del proprio sangue.

Tanto basta a far rinchiudere il quadro in soffitta. Una volta deceduta la donna, il nipote, Sean Robinson, entra in possesso del quadro, da cui era sempre stato affascinato.

Fenomeni paranormali

Sean e sua moglie mettono il quadro in cantina, ma ben presto sia loro che altri membri della famiglia iniziano a sentire rumori strani fino ad arrivare a sentire il pianto di un uomo vedere un’ombra inquietante, proprio come aveva detto la nonna di Sean.

L’uomo non aveva mai creduto alle storie di sua nonna, ma dopo aver sperimentato in prima persona, è incuriosito dal quadro e decide di metterlo in camera da letto.

Il primo giugno 2010, Sean carica sul suo canale Youtube un video in cui mostra il quadro e dice degli strani rumori che sente dopo averlo portato a casa. È un video semplice, corto, in cui un testo racconta in breve la storia del quadro.

Meno di un anno dopo, nel febbraio 2011, Sean carica su YouTube un aggiornamento. È sempre stato uno scettico e non crede molto nei fenomeni paranormali, tuttavia, dopo gli strani avvenimenti di cui è stato testimone, decide di mettere il quadro in una delle stanze da letto e di filmarlo durante la notte.

Nella registrazione si possono sentire degli strani rumori, come di graffi sul muro o sul pavimento e a un certo punto la porta sembra chiudersi da sola.

Nel corso del 2011 seguono altri 3 video in cui il quadro viene ripreso per diverse ore e in ognuno dei video qualcosa di strano succede: rumori, strane luci e porte che si chiudono da sole.

Indagini paranormali

La storia dell’uomo angosciato diventa famosa e un gruppo di studiosi del paranormale decide di condurre degli studi sul quadro. Il quadro viene portato, nel 2013, in uno dei luoghi più infestati del Regno Unito, Chillingham Castle, dove, durante una seduta spiritica, sono successe cose da brividi. Prima di tutto, la temperatura della stanza in cui si teneva la seduta si è abbassata di diversi gradi. Poi, in mezzo al circolo della seduta spiritica, si è materializzata un’ombra.

Quando John Blackburn, del gruppo Mysteria Paranormal, ha iniziato a fare domande allo spirito del quadro, una panca in legno a iniziato a sbattere sul pavimento. Il gruppo pensa che sia stato uno spirito residente nel castello a colpire la panca, irritato dal fatto che un nuovo spirito fosse stato portato lì.

Nuovi video

Nel 2016 il proprietario torna a postare un video. È da poco rientrato in possesso del quadro e da subito sono iniziati i fenomeni paranormali. Oltre ai rumori, al pianto e all’ombra, qualcosa di più sinistro inizia ad accadere. Chi guarda il quadro avverte una forte sensazione di nausea e a qualcuno sanguina addirittura il naso. A causa di questi motivi, Sean mette il quadro in cantina.

Il proprietario del quadro continua ad aggiornare il suo canale YouTube con i filmati del quadro e l’ultimo caricato, per ora, risale al maggio 2018.

C’è chi crede che l’uomo angosciato sia solo un’invenzione di Sean, una bufala. C’è chi invece, guardando il quadro, avverte delle sensazioni di malessere e non ha dubbi che il quadro celi qualcosa di sinistro.
Halloween

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here