Home serial killer serial killer uomini L’oscuro segreto di Charlie Brandt

L’oscuro segreto di Charlie Brandt

1793
0

Carl Brandt era un marito modello, uno amico fidato, uno zio premuroso. O almeno così credevano tutti. La percezione che tutti avevano di Charlie però è cambiata un giorno di settembre del 2004, quando Charlie viene ritrovato impiccato nel garage di sua nipote Michelle Jones.

Quello che la polizia troverà nella casa però cambierà per sempre la vita della famiglia e degli amici di Charlie.

L’uragano Ivan

images

Il terribile uragano Ivan si sta per abbattere sull’arcipelago Florida Keys, dove vivono Charlie e sua moglie Teresa, ma che tutti chiamano “Teri”. Michelle, preoccupata per gli zii, decide di invitarli a casa sua fino a che l’uragano sarà passato.

Michelle invita anche Lisa, una delle sue migliori amiche, ma non vedendola arrivare le telefona. Lisa spiega che passerà dopo cena, tuttavia prima che possa uscire di casa riceve un’altra telefonata da Michelle. L’amica le dice che i suoi zii hanno alzato un po’ il gomito e stanno litigando, rimandando la visita a un’altra volta.

La sera seguente la mamma di Michelle, sorella di Teri, chiama la figlia con la quale ha un rapporto molto stretto e con cui parla quasi ogni giorno. Vuole sapere com’era andata la giornata ma stranamente Michelle non risponde.

Sua madre le telefona per altre due sere, senza ottenere risposta. Trovando la cosa molto strana chiede a Debbie, un’amica di Michelle con una copia delle sue chiavi, di andare a controllare.

Quando Debbie arriva a casa di Michelle suona il campanello ma non riceve alcuna risposta. Decide quindi di entrare, ma la sua chiave non riesce ad aprire la porta. Probabilmente la porta è stata chiusa dall’interno e la chiave è rimasta nella toppa. Spaventata, decide di provare con la porta sul retro.

Prima di arrivare alla porta però passa davanti al garage e dalla porta a vetri vede il cadavere dello zio di Michelle penzolare dal tetto. Spaventata chiama la polizia.

La tragica scoperta

michelle and teri

Sul posto arriva l’investigatore Rob Hemmert che entra in garage e vede Charlie impiccato con un lenzuolo. La scala ritrovata vicino al corpo penzolante farebbe pensare a un suicidio.

Niente però potrà preparare il detective per il terribile spettacolo che troverà all’interno della casa. Teri, la moglie di Charlie, giace riversa sul divano con diverse coltellate al petto. Michelle invece verrà ritrovata nella sua camera da letto.

Il corpo di Michelle è decapitato e i suoi seni sono stati asportati. La testa giace vicino al corpo, insieme ai suoi intestini anch’essi asportati e al cuore che le è stato strappato. La sua gamba sinistra è stata tagliata. 

Quello che appare chiaro sin da subito è che chi ha compiuto quel mostruoso atto non è un principiante. Le indagini stabiliranno che Charlie ha prima ucciso la moglie con sette coltellate al petto, poi è andato da Michelle e l’ha uccisa con una singola coltellata.

Poi l’ha decapitata e le ha asportato i seni. Ha continuato asportandole gli intestini e strappandole il cuore. Poi le ha tagliato una gamba e infine si è suicidato.

Ma come ha potuto un uomo all’apparenza normale, un buon marito e uno zio premuroso, uccidere sua moglie e sua nipote?

Forse Charlie non era l’uomo che tutti credevano di conoscere.

Un segreto di famiglia

Charlie Brandt

Dopo il tragico ritrovamento dei corpi viene contattata Angela, la sorella di Charlie, che rivelerà agli investigatori un inquietante segreto.

All’età di 13 anni Charlie era andato dal padre, che si stava facendo la barba, sparandogli alla schiena. Poi si era diretto alla vasca da bagno dove la madre, incinta di otto mesi, si stava rilassando e le aveva sparato, uccidendola.

Non contento era andato dalla sorella Angela e le aveva puntato l’arma contro. Aveva premuto il grilletto, ma l’arma era scarica. Angela aveva cercato di calmare il fratellino e una volta riuscita era corsa a chiedere aiuto ai vicini.

Bussa alla prima porta che trova, ma i vicini non aprono subito e lei corre verso un’altra casa. Quando la prima vicina apre la porta, invece di Angela trova Charlie che dice loro:

“Sandi, ho sparato a mamma e a papà”

La madre purtroppo morirà, ma il padre riuscirà a riprendersi. Charlie verrà mandato in un ospedale psichiatrico dove rimarrà per circa un anno e poi sarà rilasciato.

Né Angela né suo padre hanno mai fatto parola con nessuno di questo episodio e nonostante molti pensino che anche Teri ne fosse all’oscuro, una rivelazione fatta dal fratello di Teri, che riporterò più avanti, potrebbe far cambiare loro di opinione.

Il movente

Dopo il ritrovamento dei cadaveri, dopo aver scoperto il passato di Charlie e dopo aver constatato che Charlie sapeva come smembrare un cadavere la polizia apre un’inchiesta. La casa di Charlie e Teri viene perquisita e gli investigatori fanno delle importanti scoperte.

Prima di tutto la casa è tenuta in un ordine maniacale. Persino le assi messe alle porte e alle finestre per ripararle dall’uragano erano state tagliate con precisione millimetrica.

Nella camera da letto dei coniugi viene trovato un poster attaccato alla porta che rappresenta un modello anatomico femminile, con i muscoli in vista. Un poster decisamente strano per una camera da letto di una coppia. 

Poi vennero ritrovati dei cataloghi di biancheria femminile di Victoria’s Secret indirizzati a Charlie. Un collega di lavoro di Charlie rivelerà poi che l’uomo aveva una malsana attrazione per la nipote, dichiarando che non la chiamava mai Michelle, ma “Victoria’s Secret”.

L’omicidio era stato dunque voluto ed era nato dall’attrazione che Charlie provava per sua nipote. Non potendo avere la moglie come testimone, aveva ucciso anche lei.

Ma perchè Charlie era così esperto di anatomia umana?

Possibile serial killer

Charlie Brandt

Dopo un’attenta indagine i detective hanno cominciato ad analizzare casi di omicidi irrisolti avvenuti nella zona dove Charlie abitava.

E’ stato così scoperto che l’uomo era probabilmente un serial killer. Non sapremo mai con esattezza quante altre persone Charlie abbia ucciso, ma ci sono due casi che sono stati ricollegati a lui.

Uno è quello di una prostituta uccisa nel 1995 a Miami. Anche lei era stata decapitata e le era stato strappato il cuore.

L’altro è quello di Sherry Perisho, una donna di 38 anni trovata morta nel 1989 a poche centinaia di metri dalla casa in cui viveva Charlie. Anche lei era stata decapitata e il cuore le era stato asportato.

La cosa sorprendente però è la rivelazione fatta dal Jim Graves, il fratello di Teri, alla polizia. Jim ha rivelato che poco dopo l’omicidio Teri le aveva telefonato, dicendogli:

“Bè, sai che qualcuno è stato ucciso non lontano da casa mia. Sto pensando magari di chiamare lo sceriffo”.

Lui le aveva chiesto perchè avrebbe dovuto chiamarlo e lei rispose:

“Bè, per il passato di Charlie”

Teri aveva poi raccontato che Teri una sera aveva trovato Charlie in garage, con i vestiti impregnati di sangue. Lei le aveva chiesto spiegazioni e lui aveva detto che aveva “sfilettato un pesce”, nonostante fosse di sera e nonostante il fatto che durante il giorno lui lavorasse. Teri però aveva deciso di credergli e non aveva più fatto domande.

Forse non voleva credere che l’uomo che aveva sposato era un assassino. Se però quel giorno avesse deciso di chiamare la polizia, forse sia lei che Michelle oggi sarebbero ancora vive. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here