Home misteri luoghi misteriosi Lo spartito del Diavolo di Lucedio

Lo spartito del Diavolo di Lucedio

1112
0

Il Principato di Lucedio si trova in provincia di Vercelli e ora è un’azienda vinicola. Durante il XVII secolo, però, pare che in questo luogo siano successi fatti molto strani e sinistri. Sabba, evocazioni maligne, torture e un misterioso spartito dai grandi poteri. Questa è la storia dello spartito del Diavolo di Lucedio.

Il Sabba nel cimitero

Si racconta che nel 1684 nel cimitero di Darola, nel Principato di Lucedio, alcune streghe organizzarono un Sabba.

In seguito al rituale apparve un demone che, liberato, decise di impossessarsi delle anime di alcuni monaci che risiedevano in un’abbazia vicina.

L’abbazia in questione è quella di Santa Maria di Lucedio, abitata da monaci cistercensi provenienti dalla Borgogna.

I monaci vennero posseduti dal maligno e cominciarono a celebrare messe nere nella vicina chiesa della Madonna delle Vigne, ad abusare di novizie e a torturare poveri mendicanti. 

Lo spartito del Diavolo

abbazia di s.maria di Lucedio_trino_vc

Queste terribili azioni continuarono per ben 100 anni grazie all’isolamento dell’Abbazia. Quando però la voce degli atroci abusi si sparse, nel 1784, il Papa decise di mandare un esorcista chiudere affinché liberasse quei luoghi dalla presenza malefica.

L’esorcista riuscì a sconfiggere il demone e a  relegarlo in una delle cripte della chiesa. Poi mise degli abati mummificati a guardia del demonio, seduti in circolo su degli scranni.

Il pontefice fece poi chiudere l’abbazia e sconsacrare la chiesa. Si racconta anche che venne composta una musica sacra, in grado di rafforzare il sigillo che imprigionava il demone.

La musica in questione venne dipinta in un affresco presente nella sala della chiesa, rappresentate un organo con uno spartito. 

Questo spartito presenta però una stranezza: è bifronte. Può cioè essere suonato sia normalmente, leggendolo dall’alto verso il basso e da sinistra verso destra, o al contrario, dal basso verso l’alto e da destra verso sinistra.

La leggenda dice che se viene suonato normalmente, la musica rafforzerà il sigillo che imprigiona il demone, ma se viene suonato al contrario il demone sarà liberato.

Leggenda o realtà? La chiesetta e lo spartito esistono ancora, mentre dell’abbazia rimane solo una torre.

Avresti il coraggio di suonare lo spartito al contrario all’interno della chiesa?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here