Home news Scoperto sacco con 54 mani mozzate in Siberia

Scoperto sacco con 54 mani mozzate in Siberia

655
0

Risale a due giorni fa la macabra notizia: un pescatore che si era diretto verso il lago Amur ha notato qualcosa di strano che sbucava dalla neve.

54 mani mozzate

Incuriosito dalla forma di quello che pensava essere solo un ramo, si è avvicinato per fare l’inquietante scoperta. Non si trattava di un ramo, bensì di una mano mozzata. Dopo avere avvisato la polizia, temendo di avere scoperto l’opera di uno spietato killer, sono state ritrovate in tutto 54 mani, ben 27 paia di arti mozzati.

Ma da chi?

Ipotesi

Le ipotesi si sprecano: c’è che parla di un assassino nei pressi di Khabarovsk, città russa a 30 km dalla Cina vicino alla quale sono stati trovati i resti, chi di un regolamento di conti fra clan mafiosi rivali o ancora di un traffico illegale di cadaveri, dove le mani sarebbero state mozzate per impedirne il riconoscimento.

Come spesso accade, però, la soluzione al mistero delle 54 mani mozzate potrebbe essere più semplice di quanto si pensi. Insieme agli arti sono stati ritrovati anche oggetti ospedalieri, come bende, garze e calzature utilizzate proprio nei nosocomi.

L’ipotesi più accreditata dalla polizia, per ora, sarebbe quella di uno smaltimento irregolare da parte di un ospedale.

Per ora la polizia è riuscita a prendere le impronte digitali di una sola coppia di mani, anche se non si è ancora scoperta la persona a cui appartenevano.

Sarà davvero questa la spiegazione, o ci troviamo davanti a un (nuovo) serial killer russo?

 

 

Foto credit: siberiantimes.com